Bando ISI INAIL 2023-2024

Articoli correlati

Bando ISI INAIL 2023-2024

Share

Dal 15 aprile al 30 maggio 2024, ore 18:00, è aperta la procedura informatica per la compilazione e registrazione delle Domande Isi 2024.
Il bando ISI INAIL, attraverso contributi a fondo perduto, punta a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Lo scopo della misura è abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globale e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.


Soggetti beneficiari
I soggetti beneficiari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane.


Progetti ammessi ai finanziamenti
I progetti devono essere realizzati entro 365 giorni dalla data di concessione dell’agevolazione.
Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 assi di finanziamento:
Asse 1: progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici (Asse 1.1);
Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse 1.2);
Asse 2: progetti per la riduzione dei rischi infortunistici;
Asse 3: progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
Asse 4: progetti per micro e piccole imprese con i seguenti codici ATECO:
03 Pesca e Acquacoltura;
10.41.10 Produzione di olio di oliva da olive prevalentemente non di produzione propria;
10.51.20 Produzione dei derivati del latte;
10.61.10 Molitura del frumento;
10.61.20 Molitura di altri cereali;
13 Industrie tessili;
14 Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia;
15 Fabbricazione di articoli in pelle e simili;
16.10.00 Taglio e piallatura del legno;
23.19.20 Lavorazione di vetro a mano e a soffio artistico;
23.41.00 Fabbricazione di prodotti in ceramica per usi domestici e ornamentali;
23.70.10 Segagione e lavorazione delle pietre e del marmo;
31 Fabbricazione di mobili;
32.12 Fabbricazione di oggetti di gioielleria e oreficeria e articoli connessi;
32.13 Fabbricazione di bigiotteria e articoli simili;
32.2 Fabbricazione di strumenti musicali;
32.3 Fabbricazione di articoli sportivi;
32.4 Fabbricazione di giochi e giocattoli;
32.99.1 Fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza.
Asse 5: progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria.

I progetti devono rispettare determinati parametri e raggiungere un punteggio minimo di ammissibilità pari a 120 punti, devono essere riferiti a lavorazioni già attive e il rischio deve essere riscontrabile alla medesima data, e non possono comportare l’acquisto di beni usati.


Per i progetti che prevedono la vendita, permuta o rottamazione di trattori e/o macchine, questi devono essere nella piena proprietà dell’impresa al 31 dicembre 2021.
I progetti devono essere accompagnati da perizia asseverata redatta da un tecnico abilitato con competenze specifiche nella materia attinente al progetto. Il titolare, l’amministratore o il socio della società non possono sottoscrivere la perizia.


Misura del finanziamento
L’ammontare del finanziamento è compreso tra un importo minimo di € 5.000,00 e un importo massimo erogabile pari a € 130.000,00.
Per le imprese con meno di 50 dipendenti e che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è previsto importo minimo.
ll finanziamento, a fondo perduto, è calcolato sull’ammontare delle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA. Nello specifico:

per gli Assi 1 (1.1 e 1.2), 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese;

per l’asse 5, il finanziamento non supera il 65% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole) e l’80% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.0 (giovani agricoltori: età non superiore ai quarant’anni).
Spese ammissibili


Le spese, sostenute e documentate dall’impresa che beneficia dell’intervento, devono essere necessarie alla realizzazione del progetto, così come le spese accessorie, le spese tecniche o strumentali devono essere indispensabili e funzionali per la sua realizzazione e completezza.


Le spese devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda.


Per quanto concerne l’Asse 5,nel caso di acquisto o noleggio con patto di acquisto, di trattori agricoli o forestali e/o di macchine, le spese ammissibili devono essere calcolate, con riferimento ai preventivi inviati con la domanda e, comunque, nel limite dell’80% del prezzo di listino di ciascun trattore agricolo o forestale o macchina.


Nel caso di acquisto di trattori e di macchine tramite noleggio con patto d’acquisto, disposto esclusivamente per i finanziamenti di cui all’Asse 5, il finanziamento potrà essere riconosciuto solo successivamente al trasferimento della proprietà del bene; nelle spese considerate ammissibili sono ricomprese l’eventuale caparra, i canoni del noleggio, nonché l’eventuale saldo.


Spese non ammissibili
Non sono ammesse al finanziamento le spese relative a:
• Dispositivi di protezione individuale;
• Veicoli, aeromobili e imbarcazioni non compresi nel campo di applicazione del decreto legislativo n.17/2010;
• Ponteggi fissi;
• Trasporto del bene acquistato;
• Consulenza per la redazione, gestione e invio telematico della domanda di finanziamento;
• Formazione dei lavoratori;
• Adempimenti, compreso l’aggiornamento, inerenti la valutazione dei rischi;
• Compilazione della domanda di finanziamento, nonché quelle espressamente richieste dalle direttive di prodotto o a carico del fabbricante;
• Adempimenti obbligatori a carico del fabbricante o di altro soggetto diverso dal datore di lavoro;
• Manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera.
• Compensi ai componenti degli Organismi di vigilanza;
• Acquisizioni tramite locazione finanziaria (leasing) ad eccezione del noleggio con patto di acquisto esclusivamente previsto per i progetti di micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli (Asse 5);
• Costi del personale interno;
• Costi autofatturati;
• Spese fatturate dai soci dell’azienda richiedente il contributo;
• Interventi forniti da imprese con le quali il richiedente abbia rapporti di controllo, di partecipazione finanziaria, o amministratori, consiglieri e rappresentanti legali in comune;
• Per il contratto di noleggio con patto d’acquisto previsto per i progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli.


Presentazione della domanda
La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica: le imprese, potranno accedere sul sito di Inail ed attraverso un percorso guidato, procedere alla compilazione della domanda online e caricare la documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.

Articoli correlati

Bando ISI INAIL 2023-2024

Share

Dal 15 aprile al 30 maggio 2024, ore 18:00, è aperta la procedura informatica per la compilazione e registrazione delle Domande Isi 2024.Il bando ISI INAIL, attraverso contributi a fondo

Leggi tutto

ON – Oltre nuove imprese a tasso zero

Share

“ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e

Leggi tutto