Puglia: Aiuti a PMI per consulenza tecnologica

Articoli correlati

Puglia: Aiuti a PMI per consulenza tecnologica

Share

Il Servizio Ricerca Industriale e Innovazione ha approvato, con atto del dirigenziale n.164 del 24 giugno 2013, un nuovo bando per l’erogazione di “Aiuti ai servizi di Consulenza per l’innovazione tecnologica delle PMI”. L’iniziativa si colloca all’interno del Programma Operativo FESR 2007- 2013 – Asse I – Linea di intervento 1.1, Azione 1.1.2: “Programmi di Ricerca Industriale e sviluppo sperimentale realizzate da PMI. La Regione Puglia intende promuovere una serie di interventi a sostegno dei processi di innovazione del sistema produttivo pugliese. Gli obiettivi prioritari che la Regione intende raggiungere sono: sostenere la domanda di innovazione da parte delle PMI, attraverso l’acquisizione di strumenti tecnologici qualificati  e contribuire alla qualificazione dell’offerta di servizi di smart specializaton in Puglia.
A tal fine, il bando promuove e sostiene investimenti per l’acquisizione di servizi di supporto all’innovazione tecnologica finalizzati al miglioramento del processo produttivo e della competitività sui mercati esteri delle PMI pugliesi.
Possono partecipare al bando le piccole e medie imprese in forma singola oppure organizzate in rete attraverso una delle forma di raggruppamento previste da bando. Le imprese, inoltre, devono:
– essere regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio;
– avere sede legale in Puglia;
– essere dotate di partita IVA;
– essere in possesso di almeno un bilancio approvato;
– trovarsi in regime di contabilità ordinaria;
– essere classificate come attività economica riferita in via principale ai codici della classificazione ISTAT ATECOFIN 2007.
Le imprese beneficiarie non potranno rivestire il ruolo di fornitore dei servizi del presente bando per altri soggetti candidati a finanziamento.
Gli interventi ammissibili in materia di consulenza specialistica e tecnologica di supporto all’innovazione  di prodotto e di processo sono:
– Servizi di supporto all’innovazione di prodotto nella fase di concetto;
– Servizi tecnologici di progettazione per l’innovazione di prodotto e di processo produttivo;
– Servizi tecnologici di sperimentazione (prove, test);
– Servizi di sviluppo e gestione della proprietà intellettuale;
– Servizi per la realizzazione di studi di fattibilità relativi a progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, trasferimento tecnologico;
– Servizi per l’efficienza ambientale ed energetica.
Le risorse disponibili ammontano a 6 milioni di euro. Gli aiuti previsti sono erogati in forma di contributi in conto impianti. Per le Micro e Piccole Imprese l’aiuto è del 60%, mentre per le Medie imprese l’aiuto è del 50%.
Le domande di finanziamento dovranno essere compilate e spedite esclusivamente online attraverso il portale di Sistema Puglia, a partire dalle ore 15.00 del 15 Luglio 2013 sino alle ore 15.00 del 5 ottobre.

Articoli correlati

MiniPIA 2024 – REGIONE PUGLIA

Share

L’Avviso sostiene le Micro e Piccole imprese ed i Liberi professionisti che realizzano investimenti produttivi integrati necessariamente con programmi di innovazione, comprendenti anche progetti formativi, servizi di consulenza specialistica o

Leggi tutto