Finanziamenti al settore socio-assistenziale e socio-sanitario

Share

Prevista a breve la pubblicazione di un nuovo bando relativo al settore socio assistenziale e socio sanitario. Sarà possibile l’accesso ai fondi sia per la realizzazione di nuove strutture sia per l’adeguamento delle aziende esistenti ai requisiti minimi previsti dalla normativa vigente.

SOGGETTI BENEFICIARI
PMI e le altre organizzazioni private non profit in forma singola o associate anche in associazioni temporanee di scopo.

LOCALIZZAZIONE
Le iniziative agevolabili devono essere riferite a unità locali ubicate nel territorio regionale.

TIPOLOGIE DI INVESTIMENTI AGEVOLABILI
A) realizzazione di nuove strutture socioeducative, socioassistenziali e sociosanitarie, nonché realizzazione di iniziative sperimentali e programmi di ristrutturazione, ampliamento e/o adeguamento delle strutture esistenti
B) realizzazione o adeguamento di strutture e servizi complementari per l’infanzia, ossia micro nidi e centri ludici per la prima infanzia, nonché per centri socio-educativi e/o riabilitativi
C) realizzazione, ammodernamento, ampliamento di strutture sanitarie territoriali per la prevenzione, la diagnosi e la cura, di strutture terapeutico-riabilitative comunitarie a ciclo diurno (h12) e a ciclo continuativo (h24), di centri di eccellenza per la cura integrata e l’accoglienza sociosanitaria delle persone con disagio psichico, con disabilità psico-sensoriali e/o fisiche con strutture a ciclo diurno (h12) e a ciclo continuativo (h24)
D) iniziative e interventi di carattere sperimentale, che mutuino buone pratiche ed esperienze innovative già realizzate in altri contesti regionali, in termini di progettazione e implementazione di servizi o strutture socioeducative e socioassistenziali, finalizzati a promuovere l’esigibilità dei diritti sociali dei soggetti svantaggiati e dei loro nuclei familiari, promuovere l’inclusione sociale e sociolavorativa di specifici target di individui e nuclei familiari portatori di bisogni sociali, sensibilizzare e informare le comunità locali e i target mirati delle opportunità e delle condizioni di accesso ai servizi, nonché delle modalità per l’esigibilità dei diritti sociali
I programmi di investimento possono prevedere anche servizi di consulenza per la certificazione ISO 9000, per la certificazione etica SA 8000, e per le altre certificazioni riconosciute a livello comunitario, per la progettazione di azioni di marketing e comunicazione aziendale.

FORMA E INTENSITÀ DELLE AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI
Le agevolazioni possono essere riconosciute secondo le seguenti modalità, utilizzabili in alternativa tra loro a seconda delle caratteristiche specifiche del soggetto proponente e del progetto:
1) regime di aiuti in esenzione (previsto dal Regolamento n. 10/2008, come integrato dal Regolamento n. 27/2008), che ha le seguenti caratteristiche:
A) intensità di aiuto pari al 50% dell’investimento per le piccole imprese (40% per le medie imprese)
B) agevolazione massima concedibile pari a 3.000.000 euro
2) regime di aiuti de minimis (previsto dal Regolamento n. 24/2008), che ha le seguenti caratteristiche:
A) importo degli aiuti non superiore a 200.000 euro nell’arco di 3 esercizi finanziari
B) contributo finanziario da parte dei beneficiari pari almeno al 20% dei costi ammissibili, attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno

SPESE AMMISSIBILI
A) acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni (max 10% dell’importo dell’investimento)
B) opere murarie e assimilate
C) infrastrutture specifiche aziendali
D) mezzi mobili targati ad uso collettivo, strettamente connesso alla organizzazione del servizio ovvero alla funzionalità e accessibilità della struttura oggetto di agevolazione
E) acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all’attività di rappresentanza
F) acquisto di programmi informatici
G) acquisto di brevetti, licenze, know–how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi
H) spese per l’acquisto di servizi di consulenza specialistica su specifiche problematiche direttamente afferenti il progetto di investimento presentato

TEMPISTICA DI PUBBLICAZIONE DEI BANDI
• bando per strutture socioeducative e socioassistenziali: pubblicazione prevista a settembre
• bando per strutture e servizi per l’infanzia: pubblicazione prevista a settembre
• bando per strutture sociosanitarie: pubblicazione prevista a settembre

 

Fonte A s a

Agevolazioni Puglia has written 341 articles

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

*

code

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>