Semplificate le procedure per i finanziamenti alle imprese pugliesi

Share

Attraverso la Misura 4.19, Azione A, del POR 2000-2006, la regione Puglia ha costituito Fondi rischi presso i Confidi convenzionati, per la concessione di garanzie a fronte di operazioni di finanziamento a medio e lungo termine. Ciò al fine di consentire il raggiungimento di un punto di incontro tra le attese delle aziende minori e gli obiettivi degli istituti di credito.

Mentre per le prime vi è un ampliamento delle possibilità di accesso al credito, per i secondi si concretizza la possibilità di contenere il rischio elevato caratterizzante tipicamente l'assegnazione di finanziamenti alle PMI.
Il bando per l'accesso ai fondi di garanzia regionali, approvato con la Determinazionedel Dirigente del Settore Industria 12 settembre 2003 n. 201 (si veda il BUR n. 106 del 18 settembre 2003), disponeva che le PMI interessate potessero presentare domanda ai Confidi convenzionati con la Regione fino al 31 dicembre 2006.
Durante la loro attuazione, i fondi di garanzia regionali si sono rivelati strumenti ottimali per consentire alle PMI di accedere al credito a condizioni vantaggiose. Pertanto, con la Determinazionedel Dirigente del Settore Industria 23 gennaio 2007 n. 59 (BUR n. 18 del 1° febbraio 2007) è stato disposto di prorogare al 31 dicembre 2007 i termini di chiusura del bando.

I beneficiari
Potranno accedere ai Fondi di garanzia, costituiti attraverso alla Misura 4.19, le PMI in possesso dei requisiti per usufruire delle agevolazioni di cui alla Legge 488/92, nonché le imprese artigiane definite dalla Legge 443/85.
Ai sensi del Decreto del Ministro delle Attività Produttive 1° febbraio 2006 (in GU n. 67 del 21 marzo 2006), che definisce le condizioni per ottenere le agevolazioni previste dalla Legge 488/92, i soggetti richiedenti, alla data di presentazione della domanda di contributo, dovranno essere già costituiti e risultare iscritti nel registro delle imprese, essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e nei loro confronti non dovranno essere state aperte procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata. Le domande presentate dalle imprese individuali non ancora operanti alla data dell'istanza potranno essere presentate anche in assenza della predetta iscrizione, purché le stesse imprese siano già titolari di partita Iva.

Gli interventi ammissibili
L'intervento è diretto alla concessione di garanzie a fronte di operazioni di finanziamento a medio e lungo termine destinate a coprire le seguenti spese sostenute in relazione a piani di investimento aziendale:
• progettazione e studi;
• acquisto di suolo aziendale;
• opere murarie;
• impianti, macchinari e attrezzature;
• progetti di penetrazione commerciale all' estero ed iniziative di internazionalizzazione.
• Saranno ammissibili anche le operazioni di finanziamento, destinate allo sviluppo degli investimenti attraverso interventi innovativi di ingegneria finanziaria, tra cui:
• interventi di capitalizzazione e patrimonializzazione delle PMI;
• interventi di seed capital e start up per nuova imprenditorialità, anche in una logica di terziarizzazione dei processi produttivi;
• interventi per azioni di partecipazione al capitale di rischio, attraverso prestiti partecipativi e commercial paper;
• interventi di assistenza tecnica alle imprese per quotazioni in borsa;
• interventi legati ad iniziative di internazionalizzazione.

Saranno escluse le operazioni di mero rifinanziamento o riscadenzamento delle esposizioni in essere delle imprese, salvo che tale riscadenzamento sia inscidibilmente connesso con un piano di sviluppo.

L'agevolazione
Attraverso la Misura 4.19 A verrà concessa alle PMI una garanzia che copre una percentuale massima del 50% del finanziamento richiesto, che, in caso di insolvenza dell'impresa destinataria, coprirà l'ente finanziatore nella misura pari al 50% della perdita residua in linea capitale ed interessi.

di Bruno Pagamici – Fonte Ipsoa.it

Visto su Microsoft PMI

Agevolazioni Puglia has written 341 articles

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

*

code

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>