Il Turismo come veicolo di cultura ed economia

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Notevole l’affluenza al convegno “Il turismo come veicolo di cultura e di economia” tenutosi nelle sale del Castello Carlo V a Lecce, alla fine dello scorso mese, organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti della provincia di Lecce e l’associazione ANDE.

.

Ad introdurre i lavori il presidente dell’Ordine, il Sen. R.G. Costa e la presidente “Ande”, Nietta Feola Della Tommasa, moderatore del dibattito il dr. G. Venneri.

Dal lavoro svolto è emerso come una importante e seria politica turistica,  a livello locale, sia indispensabile per far sì che realmente il settore “turismo” diventi il motore di sviluppo dell’ economia salentina. Il turismo, in particolare nel Salento, è ormai ritenuto il settore trainante per lo sviluppo dell’economia locale, soprattutto a seguito della profonda crisi  che ha colpito altri settori che, in passato, ne costituivano il volano, un esempio per tutti il TAC (tessile, abbigliamento, calzaturiero).

Il convegno ha focalizzato l’attenzione su vari aspetti del turismo.

Tutti gli interventi hanno sottolineato che  dal punto di vista dell’offerta turistica, è necessario agire nell’ottica del  coinvolgimento degli operatori turistici, delle organizzazioni e degli enti locali;  e’ necessario diffondere un’adeguata formazione professionale verso tutti gli operatori finalizzata alla sensibilizzazione sulle specificità del territorio e alla proposizione di nuovi schemi di intervento per l’ottimizzazione del comparto turistico talentino. E’ necessario anche

divulgare le opportunità di accesso alle diverse fonti di finanziamento da parte delle imprese del settore.

Le destinazioni turistiche devono pertanto attrezzarsi per venire incontro ad una domanda in continua evoluzione, sempre più esigente, attraverso una “rivalorizzazione” del territorio con politiche di marketing quali l’offerta e la promozione di pacchetti turistici integrati; il potenziamento dei trasporti (al fine di agevolare la mobilità sul territorio).

Il metodo da utilizzare è quello di una strategia competitiva territoriale che assuma le risorse, le competenze e le capacità interne come fonte di vantaggi competitivi: vantaggi scarsamente imitabili ed immediatamente utilizzabili. Solo in questo modo si può contribuire ad accrescere
l’attrattività del territorio locale.

Agevolazioni Puglia has written 341 articles

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>