Stampa
PDF

Finanziamenti a fondo perduto nuove imprese

Scritto da Agevolazioni Puglia.


Disponibili nuovi contributi a fondo perduto per giovani imprenditori che intendano sviluppare in gruppi di almeno 4 persone nuove imprese con progetti innovativi.

Soggetti beneficiari

Possono presentare le proposte progettuali i giovani cittadini italiani che, alla data di scadenza del bando, hanno un’età compresa fra i 18 e i 35 anni, organizzati in gruppi di lavoro informali composti da un minimo di quattro giovani. Ciascun componente del gruppo informale può partecipare alla presentazione di una sola domanda di candidatura. Non possono partecipare associazioni, enti, organizzazioni comunque denominate aziende già formalmente costituite.

Descrizione dell’iniziativa

Il concorso “Giovani idee cambiano l’Italia” è promosso e coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive (che di seguito viene denominato “Dipartimento”) ed ha lo scopo di promuovere e sostenere nei prossimi anni, attraverso l’erogazione di contributi per la realizzazione di progetti innovativi, la capacità progettuale e creativa dei giovani.
Nell’ambito di tale iniziativa, il presente bando intende finanziare le migliori idee progettuali riguardanti le seguenti aree tematiche:
a) innovazione tecnologica;
b) utilità sociale e impegno civile;
c) sviluppo sostenibile;
d) gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della vita dei
giovani.
In particolare gli obiettivi specifici delle aree tematiche ammissibili sono i seguenti:
a) innovazione tecnologica:
Obiettivo di quest’area tematica è contribuire al rilancio di una cultura orientata alla scienza e alla tecnologia, con specifico riferimento allo sviluppo di software innovativi. Saranno quindi ammesse in questo ambito le invenzioni di processo e di comunicazione (e-content), che costituiscano soluzioni innovative di problemi individuali o collettivi.
b) utilità sociale e impegno civile;
Obiettivo di quest’area è premiare la creatività giovanile applicata ad obiettivi di solidarietà, volontariato, servizio alle comunità locali e impegno civile.
c) Sviluppo sostenibile;
Obiettivo di quest’area tematica è sostenere l’ideazione di soluzioni innovative che consentano di ridurre le pressioni sull’ambiente, anche con riferimento alla valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.
d) gestione di servizi urbani e territoriali per la qualità della vita dei giovani.
Obiettivo di quest’area è quello di premiare idee progettuali “di giovani per migliorare la vita dei giovani”. Tale area raccoglie progetti che contribuiscano a risolvere problemi comuni ai giovani, come l’accesso alla casa, al credito, alle risorse per la formazione, alla conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi della vita.

Contributo

Nella domanda di finanziamento dovrà essere indicato il valore complessivo del progetto, che comunque non dovrà superare il valore di euro 50.000; il contributo richiesto al Dipartimento non dovrà essere superiore al valore complessivo di euro 35.000.
L’agevolazione viene concessa in due tranche:
a). una prima tranche a titolo di anticipo, pari al 50% del totale e dietro presentazione di apposita fideiussione bancaria o polizza fideiussoria assicurativa;
b). il restante 50% verrà erogato a saldo, in seguito alla presentazione della relazione delle attività correttamente realizzate, alla verifica da parte del Dipartimento ed al controllo contabile della documentazione giustificativa delle spese effettivamente sostenute.
I fondi saranno stanziati per i progetti scelti sulla base di criteri di valutazione e fino ad esaurimento fondi stanziati, pari a € 2.000.000.
fonte: unione consulenti

Contattaci per ricevere maggiori informazioni »

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

In Evidenza

  • scopri se con NIDI, puoi avviare la tua attività

    Nidi, nuove iniziative d'impresa, incentivo della Regione Puglia, più semplicemente la nuova microimpresa regionale pugliese.

    Oggi una risposta alla crisi, l'assenza di opportunità di lavoro stabile, l'estrema difficoltà nell'ottenere credito dalle banche, spinge molti a tentare una strada autonoma, Nidi in questo senso è un vero aiuto regionale.

    Oggi più che mai con l'assenza di opportunità di lavoro fisso e la intensa difficoltà di ricevere un prestito dalle banche la Regione Puglia con lo strumento NIDI, rende disponibile un incentivo alla creazione di microimprese, tentando con ciò di dare speranza e sollievo ad alcuni soggetti che intendono porsi in gioco e tentare l'avventura del lavoro autonomo.

    Leggi tutto...