Bando microimpresa start up e turismo ?

Share

Il bando start up microimprese, sospeso nel luglio scorso, potrebbe a breve riaprire i termini di presentazione delle istanze. L'appeal dello strumento potrebbe crescere notevolmente se, a fianco delle attività ammesse all'origine, fosse inserito, in questa nuova tornata, il settore turismo ad oggi privo di finanziamenti agevolati relativamente alle nuove imprese. Si darebbe modo così a tutti coloro che sono a tutt'oggi in attesa di un incentivo che gli aiuti ad avviare un impresa in questo settore di avere una chance; appare altresì evidente che determinante sarà l'ammontare delle risorse destinate allo strumento stesso.

Di seguito quanto riportato nel bando ancora ad oggi sospeso: 

BENEFICIARI
1. microimprese inattive al momento della presentazione della domanda di concessione;
Regolamento n. 25 del 21 novembre 2008 art. 3:
• a) Microimpresa: imprese che occupano meno di 10 persone e realizzano un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di Euro;
• c) Impresa inattiva: impresa che non abbia emesso fatture attive o abbia percepito corrispettivi;
Le imprese non costituite al momento della presentazione della domanda dovranno costituirsi entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione di ammissibilità pena la decadenza della stessa.

Le imprese dovranno essere partecipate per almeno la maggioranza, sia del capitale che dei soci, da soggetti aventi i seguenti requisiti:
• giovani con età tra 18 anni e 25 anni;
• soggetti con età tra 26 anni e 35 anni che non abbiano ancora ottenuto il primo impiego retribuito regolarmente;
• soggetti fino a 35 anni di età che nell’ultimo biennio a partire dalla data di presentazione della domanda abbiano completato percorsi formativi, coerenti con l’attività imprenditoriale da intraprendere, finanziati e/o autorizzati dal sistema pubblico della formazione professionale;
• persone di età tra 45 anni e 55 anni prive di un posto di lavoro o in procinto di perderlo;
• disoccupati di lungo periodo, ossia persone senza lavoro per 12 dei 16 mesi precedenti, o per 6 degli 8 mesi precedenti nel caso di persone di meno di 25 anni;
• donne di età superiore a 18 anni.

 

SETTORI DI INTERVENTO 10.7 PRODUZIONE DI PRODOTTI DA FORNO E FARINACEI 10.85 Produzione di pasti e piatti preparati 10.86 Produzione di preparati omogeneizzati e di alimenti dietetici 11 INDUSTRIA DELLE BEVANDE 13.92 Confezionamento di articoli tessili (esclusi gli articoli di abbigliamento) 13.93 Fabbricazione di tappeti e moquette 13.94 Fabbricazione di spago, corde, funi e reti 13.96 Fabbricazione di articoli tessili tecnici ed industriali 13.99 Fabbricazione di altri prodotti tessili nca 14.1 CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO (ESCLUSO ABBIGLIAMENTO IN PELLICCIA) 16 INDUSTRIA DEL LEGNO E DEI PRODOTTI IN LEGNO E SUGHERO (ESCLUSI I MOBILI); FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PAGLIA E MATERIALI DA INTRECCIO 17 FABBRICAZIONE DI CARTA E DI PRODOTTI DI CARTA 18 STAMPA E RIPRODUZIONE DI SUPPORTI REGISTRATI 20 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CHIMICI 21 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI FARMACEUTICI DI BASE E DI PREPARATI FARMACEUTICI 22 FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN GOMMA E MATERIE PLASTICHE 23.12 Lavorazione e trasformazione del vetro piano 23.19.2 Lavorazione di vetro a mano e a soffio artistico 23.41 Fabbricazione di prodotti in ceramica per usi domestici e ornamentali 23.70 Taglio, modellatura e finitura di pietre 25 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN METALLO (ESCLUSI MACCHINARI E ATTREZZATURE) 26 FABBRICAZIONE DI COMPUTER E PRODOTTI DI ELETTRONICA E OTTICA; APPA-RECCHI ELETTROMEDICALI, APPARECCHI DI MISURAZIONE E DI OROLOGI 27 FABBRICAZIONE DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED APPARECCHIATURE PER USO DOMESTICO NON ELETTRICHE 28 FABBRICAZIONE DI MACCHINARI ED APPARECCHIATURE NCA 29 FABBRICAZIONE DI AUTOVEICOLI, RIMORCHI E SEMIRIMORCHI 30 FABBRICAZIONE DI ALTRI MEZZI DI TRASPORTO 31 FABBRICAZIONE DI MOBILI 32 ALTRE INDUSTRIE MANIFATTURIERE 33 RIPARAZIONE, MANUTENZIONE ED INSTALLAZIONE DI MACCHINE ED APPARECCHIATURE F COSTRUZIONI 45.2 MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI 45.40.3 Manutenzione e riparazione di motocicli e ciclomotori (inclusi i pneumatici) 59 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI, DI REGISTRAZIONI MUSICALI E SONORE 61 TELECOMUNICAZIONI 62 PRODUZIONE DI SOFTWARE, CONSULENZA INFORMATICA E ATTIVITÀ CONNESSE 63 ATTIVITÀ DEI SERVIZI D’INFORMAZIONE E ALTRI SERVIZI INFORMATICI 73 PUBBLICITÀ E RICERCHE DI MERCATO 74.1 ATTIVITÀ DI DESIGN SPECIALIZZATE 74.2 ATTIVITÀ FOTOGRAFICHE 74.3 TRADUZIONE E INTERPRETARIATO 79 ATTIVITÀ DEI SERVIZI DELLE AGENZIE DI VIAGGIO, DEI TOUR OPERATOR E SERVIZI DI PRENOTAZIONE E ATTIVITÀ CONNESSE 81.2 ATTIVITÀ DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE 81.3 CURA E MANUTENZIONE DEL PAESAGGIO 82.3 ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI E FIERE 88 ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE 95 RIPARAZIONE DI COMPUTER E DI BENI PER USO PERSONALE E PER LA CASA

Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al Regolamento “Aiuti agli Investimenti e allo start up di Microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati” anche le imprese appartenenti alle seguenti divisioni, gruppi, classi e categorie della classificazione ISTAT (ATECO 2007), che localizzino la propria sede legale ed operativa nelle aree eleggibili quali Zone Franche Urbane così come definite con delibera CIPE n.5/2008 del 30 gennaio 2008 e con Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 141080 del 26 giugno 2008. 47.2 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E TABACCO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI 47.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI APPARECCHIATURE INFORMATICHE E PER LE TELECOMUNICAZIONI (ICT) IN ESERCIZI SPECIALIZZATI 47.5 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ALTRI PRODOTTI PER USO DOMESTICO IN ESERCIZI SPECIALIZZATI 47.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI CULTURALI E RICREATIVI IN ESERCIZI SPECIALIZZATI 47.71 Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati 47.72 Commercio al dettaglio di calzature e articoli in pelle in esercizi specializzati 47.74 Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati 47.75 Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati 47.76 Commercio al dettaglio di fiori, piante, semi, fertilizzanti, animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati 47.78.1 Commercio al dettaglio di mobili per ufficio 47.78.2 Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia 47.78.3 Commercio al dettaglio di oggetti d'arte di culto e di decorazione, chincaglieria e bigiotteria 47.78.6 Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini 47.79 Commercio al dettaglio di articoli di seconda mano in negozi Sono esclusi:
a. pesca e acquacoltura;
b. costruzione navale;
c. industria carboniera;
d. siderurgia, così come definito nell’allegato B della disciplina multisettoriale degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti d’investimento di cui alla comunicazione numero C(2002) 315, pubblicata nella G.U.C.E. C70 del 19.3.2002;
e. fibre sintetiche.

Obiettivo
Agevolare la nascita di nuove imprese promosse da alcune categorie di persone svantaggiate.

Tipologia di investimento ammissibile a contributo
Progetti di investimento per la creazione di una nuova attività.
 

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative agli investimenti per:
a. acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10% dell’importo dell’investimento in attivi materiali;
b. opere murarie e assimilate;
c. infrastrutture specifiche aziendali;
d. acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, nonché i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione o per il trasporto in conservazione condizionata dei prodotti, purché dimensionati all’effettiva produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’unità produttiva oggetto delle agevolazioni;
e. acquisto di programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
f. trasferimenti di tecnologia mediante l'acquisto di diritti di brevetto e licenze, connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.
In caso di acquisto di un immobile, sono ammissibili esclusivamente i costi di acquisto da terzi, purché la transazione sia avvenuta a condizioni di mercato. Le spese di progettazione ingegneristica e di direzione lavori sono ammissibili nel limite del 5% dell’investimento Non sono ammissibili:
• le spese notarili e quelle relative a imposte e tasse;
• le spese relative all’acquisto di scorte;
• le spese relative all’acquisto di macchinari ed attrezzature usati;
• i titoli di spesa regolati in contanti;
• le spese di pura sostituzione;
• le spese di funzionamento in generale;
• le spese in leasing;
• le spese per personalizzazione di programmi informatici e/o per lo sviluppo ex novo di programmi informatici personalizzati;
• tutte le spese non capitalizzate;
• le spese sostenute con commesse interne di lavorazione, anche se capitalizzate ed indipendentemente dal settore in cui opera l’impresa;
• le forniture cosiddette “chiavi in mano”;
• gli acquisti da parenti o affini entro il secondo grado del beneficiario o di uno dei soci dell’impresa beneficiaria anche nel caso in cui il rapporto di parentela sussista con un soggetto che rivesta il ruolo di amministratore o socio dell’impresa fornitrice;
• i titoli di spesa nei quali l’importo complessivo dei beni agevolabili sia inferiore a 500,00 euro.

 

Tipo ed entità contributo
L’aiuto sarà erogato in forma di contributo
1. in conto investimenti in misura pari al 50% delle spese ammissibili e, comunque, non superiori a Euro 150.000,00.
• L’acquisto di immobili è ammissibile entro il limite del 30% dell’importo dell’investimento in altri attivi materiali.
• L’acquisto del suolo aziendale (di esclusiva pertinenza dell’unità produttiva) e sue sistemazioni è ammissibile, in caso di nuova costruzione, entro il limite del 10% dell’investimento in altri attivi materiali.
2 in conto esercizio per lo start up in misura pari al 35% delle spese ammissibili sostenute nei primi tre anni dalla costituzione e 25% nelle eventuali annualità successive e, comunque per un importo complessivo non superiore a Euro 250.000,00, secondo le seguenti modalità:
• contributo non superiore al 10% del totale delle agevolazioni concedibili in conto esercizio per il primo periodo contributivo intercorrente tra la data di presentazione della domanda e la data di richiesta del saldo delle agevolazioni in conto impianti
• contributo non superiore al 30%, per ciascuna annualità, per 3 annualità (periodi di 12 mesi consecutivi) a decorrere dalla data di presentazione della richiesta di erogazione del saldo in conto investimenti.
Regolamento n. 25 del 21 novembre 2008 art. 9 – spese ammissibili relative allo start up:
• costi, nel limite del 2% dell’investimento ammissibile, per spese legali, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione della microimpresa;
• interessi sui finanziamenti esterni e dividendi sul capitale proprio impiegato che non superino il tasso di riferimento;
• spese di affitto di impianti/apparecchiature di produzione;
• energia, acqua, riscaldamento, tasse (diverse dall’IVA e dalle imposte sul reddito d’impresa) e spese amministrative;
• ammortamento, spese di affitto di impianti/apparecchiature di produzione e costi salariali, a condizione che gli investimenti relativi o le misure per la creazione di posti di lavoro e per le assunzioni non abbiano beneficiato di altre forme di aiuto.
Non sono agevolabili le spese per salari e stipendi se riferite al pagamento di prestazioni lavorative di soci o di amministratori dell’impresa beneficiaria.
Il contributo in conto esercizio potrà essere richiesto soltanto successivamente
al completamento del programma degli investimenti ed alla conseguente apposizione di quietanza delle relative fatture.

Agevolazioni Puglia has written 341 articles

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

*

code

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>